P a e s a g g i M o n t a n i

 

Islanda




A due passi da Grundarfjordur, piccolo centro di pescatori situato nella regione di Vesturland, sulla costa settentrionale dell'Islanda, si erge il monte Kirkjufell alto 463 metri s.l.m. Dall'islandese il suo nome può essere tradotto come " la montagna chiesa" e questo deriva dalla sua forma geometricamente perfetta che ricorda appunto quella di una chiesa, per questo viene definita coma la montagna più bella dell'Islanda. La parte inferiore del monte contiene milione di fossili, reperto della sua genesi avvenuta all'epoca delle glaciazioni mentre, il conoide superiore, è più giovane e data poco meno di un milione di anni.         



K20D, Samyang 14 f.2,8  ED-AS IF UMC, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

Godafoss è una delle cascate più belle e famose d'Islanda ed è facilmente raggiungibile dalla Hringvegur. In Islandese Godafoss significa "cascata degli dei" e l'origine del nome suscita curiosita. Attorno all'anno 1000 un legislatore del parlamento islandese decise di convertire l'isola al culto del cristianesimo e la leggenda narra che sulla via del ritorno a casa decise di gettare i simulacri degli Dei pagani nella cascata. Ancora più anticamente la popolazione locale vedeva nei tre getti della cascata le tre principali divinità: Odino, Thor e Freyr.              

K-S1, Samyang 14 f.2,8  ED-AS IF UMC, 100 iso

                                                             Godafoss Vedi in alta risoluzione


K-S1, Samyang 14 f.2,8  ED-AS IF UMC, 100 iso

L'area vulcanica di Krafla è una caldera di circa 10 km, con una fenditura lunga 90 km situata nel nord dell'Islanda, nella regione di Myvatn. Il suo picco più alto (818 m) ha eruttato 29 volte. Krafla include uno dei due più famosi crateri Viti (Viti in islandese significa inferno) con un lago all'interno, l'altro si trova nell'Askja. All'interno dell'area vulcanica si trova anche l'area geotermale di Hverir, posta lungo la Hringvergur sul passo Namaskaro del monte Namafjall, con vulcani di fango e fumarole attivi. Tra il 1724 e il 1729 si ebbe il fenomeno dei fuochi di Myvatn causati dalla fuoriuscita di alcuni sfoghi dalla fenditura; fontane di lava si videro nel sud dell'isola e una colata lavica distrusse tre fattorie vicine al villaggio di Reykjahlid.                                


Hverir


K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

                                                             Cratere Viti Vedi in alta risoluzione

K20D, Samyang 14 f.2,8  ED-AS IF UMC, 100 iso

Nei pressi di Hofn si trova uno dei promontori islandesi più belli Vestrahorn/Stokksnes

 K20D, Samyang 14 f.2,8  ED-AS IF UMC, 100 iso

Skjalfandi è una grande baia situata nella parte nord-orientale dell'Islanda. Il suo nome che in islandese significa baia dei tremori, si riferisce all'intensa attivita sismica che si verifica sotto le sue acque e sulle sponde: sotto la baia scorre infatti una delle faglie più attive d'islanda e del mondo. Il principale insediamento che si affaccia sulla baia è Husavik, da cui si ammira l'inconfondibile Kinnarfjoll, la catena montuosa di origine vulcanica che si sviluppa sull'altra sponda della Skjalfandi, le cui cime più alte, che raggiungono i 1100 m., sono coperte di neve tutto l'anno.                            

                                                             Skjalfandi Vedi in alta risoluzione

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

La graziosa chiesa di Husavik costruita nel 1907 con legname norvegese

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso

Nei pressi di Hofn

 K20D, Samyang 14 f.2,8  ED-AS IF UMC, 100 iso

Svartifoss è una cascata situata all'interno del Parco Nazionale Skaftafell. Caratteristica particolare è la presenza di colonne di basalto dalla forma esagonale di provenienza vulcanica. La cascata è raggiungibile a piedi in circa 45 minuti, con un comodo sentiero che parte dal campeggio del parco.                                       

 K20D, Samyang 14 f.2,8  ED-AS IF UMC, 100 iso

La cascata di Skogafoss è immersa nel paesaggio verde del sud dell'Islanda, ultima di una serie di cascate situate sul fiume Skogaa. La cascata proviene dal ghiacciaio Eiyfjallajokull e compie un salto da quella che, in altri tempi, era in realtà una scogliera. Il salto che compiono le acque dalla cascata misura 62 metri per una larghezza di 25.                                            

 K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

Seljalandsfoss è una splendida cascata visibile anche dalla strada principale, ed è facilmente accessibile. L'acqua salta da una scarpata rocciosa e si tuffa in un piccolo laghetto. Si può passare anche dietro il getto della cascata passando lungo un sentiero accanto alla roccia.                   

 K20D, Samyang 14 f.2,8  ED-AS IF UMC, 100 iso