P a e s a g g i M o n t a n i

 

I camosci del Monte Amaro  

 

 

Non mi stancherò mai di fotografare questo splendido animale considerato da molti come il più bel camoscio del mondo e non appena se ne presenta la possibilità ovviamente non me la lascio sfuggire. Il camoscio d’Abruzzo è una specie endemica, propria dell’Appennino e vive asserragliato tra le più inaccessibili montagne del Parco d’Abruzzo (P.N.A.L.M.). Si distingue dal camoscio alpino per le corna più lunghe ed uncinate e, in inverno, per il manto molto elegante, caratterizzato da una fascia di pelo chiaro sul collo bordata da due strisce più scure.  

Non ho mai avuto la possibilità di fotografare questo splendido mammifero in inverno, quando il manto è molto più folto, quindi ho deciso di organizzare un’escursione sul monte Amaro, dove stabilmente vive un nutrito gruppo di questi splendidi animali. Qualche giorno prima ho contattato Michele Chiodetti (www.fotografiadinatura.it) proponendogli l’escursione che avevo in mente e così ci siamo ritrovati la domenica successiva alla vecchia segheria, punto di partenza per il sentiero F1 che sale su al monte Amaro. Dopo un’ora circa di faticosa salita giungiamo alla prima sella e le occasioni fotografiche non mancano, in particolare un esemplare molto confidente si lascia fotografare per tutto il tempo anche a distanza molto ravvicinata. Ciò mi ha permesso di osservare la splendida livrea invernale, molto bella…siamo rimasti in compagnia di questo camoscio un bel po’ di tempo, scattando il più possibile, cercando di cogliere la luce e le pose migliori.  

L’escursione è poi proseguita in direzione della vetta del monte Amaro, speravamo di trovare anche li gruppi di camosci da fotografare, tuttavia lo spesso strato nevoso, a volte ghiacciato, ci ha impedito di raggiungere la vetta. Ad ogni modo da lassù il paesaggio era spettacolare, la luce del tramonto scaldava i colori e i giochi di luce creati dalle ombre che si allungavano creavano delle geometrie suggestive; ho eseguito diversi scatti ai monti circostanti. 

Sulla strada del ritorno ci siamo fermati ancora un po’ dal nostro camoscio che adesso sembra ancora più confidente, sembra quasi ci abbia riconosciuto; abbiamo scattato ancora qualche foto e poi via verso la strada del ritorno. Giunti in prossimità della sorgente Tornareccia un ultimo spettacolo ce lo regala il Monte Marsicano inondato dalla luce calda del tramonto, uno spettacolo per i nostri occhi.

In definitiva una splendida escursione… 

Un saluto a Michele Chiodetti, ottimo compagno di escursione.

Arrivati al ponticello in legno che consente di attraversare il torrente Fondillo e imboccare il sentiero F1 per il monte Amaro un fascio di luce dorato attraversa i rami di un albero

*ist DL, DA 18-55 f. 3,5-5,6 AL, 200 iso

...dopo un'ora circa di faticosa salita si arriva alla prima sella del monte Amaro, lì ci aspetta il nostro camoscio

*ist DL, FA* 300 f.4,5 ED-IF + Kenko 1,5X DG, 400 iso

...non sembra intimorito dalla nostra presenza e si lascia avvicinare, è splendido il manto invernale...

*ist DL, FA* 300 f.4,5 ED-IF + Kenko 1,5X DG, 400 iso

*ist DL, FA* 300 f.4,5 ED-IF + Kenko 1,5X DG, 400 iso

un primissimo piano, ormai eravamo amici...

*ist DL, FA* 300 f.4,5 ED-IF + Kenko 1,5X DG, 400 iso

 

dopo un po' decidiamo di proseguire per la vetta del monte Amaro (che non raggiungiamo per via delle difficoltà che presenta il terreno innevato e a tratti ghiacciato) e di tanto in tanto ci soffermiamo ad ammirare lo splendido paesaggio...

 

*ist DL, FA* 300 f.4,5 ED-IF, 400 iso

*ist DL, FA* 300 f.4,5 ED-IF, 400 iso

...sulla strada del ritorno decidiamo di fermarci ancora per fare qualche altro scatto al nostro amico camoscio... lui ormai sembra gradire la nostra presenza...

*ist DL, FA* 300 f.4,5 ED-IF + Kenko 1,5X DG, 400 iso

...alla fine però decide di andarsene...

*ist DL, FA* 300 f.4,5 ED-IF + Kenko 1,5X DG, 400 iso

lo ritroviamo poco sotto per i saluti finali e con il sole ormai sulla via del tramonto...

                 *ist DL, FA* 300 f.4,5 ED-IF + Kenko 1,5X DG, 400 iso              

 ...arrivati quasi al fondovalle l'ultimo spettacolo ce lo regala il monte Marsicano al tramonto...

*ist DL, FA* 28-70 f. 2,8 AL, 200 iso