P a e s a g g i M o n t a n i

 

Marocco

  

 


Il Marocco più vero, lontano dalle frenetiche e concitate città imperiali, dai mille colori e dalla popolazione berbera semplice ed ospitale. Il paesaggio è spettacolare, aspre montagne (con la strada che si arrampica fino a raggiungere i 2.260m. del passo del Tizi-n-Tichka), si alternano a pianure verdeggianti di palmeti fino ad arrivare a Ouarzazate, con la sua antica kasba. Attraverso la valle delle Rose e del Dades (Gole del Dades) si arriva a Merzouga, porta d’ingresso del deserto dell’Erg Chebbi. Il trekking nel deserto è favoloso, assolutamente consigliato se si vuole assaporare il gusto dell’avventura e dello sconfinato. Le sinuose forme della sabbia modellate dal vento ed i colori che si alternano continuamente dall’alba al tramonto sono incredibili e ripagano dalla fatica  fisica. Il viaggio è stato supportato dal team di Nomadexperience www.Nomadexperience.com che ringrazio. Un particolare ringraziamento a Nourdine che con il suo calore umano e la sua simpatia ci ha accompagnati lungo tutto l'itinerario con una impeccabile organizzazione.

L'Erg Chebbi è una delle due erg (gruppi di grandi dune di sabbia formate dal vento) Sahariane del Marocco. Le dune dell'Erg Chebbi raggiungono un'altezza di 150 metri e sono disseminate in un'area di 22 km da nord a sud e da 5 - 10 Km da est a ovest. Il centro abitato più vicino è Erfoud, a circa 60 Km. Un'altra città è Rissani, a circa 40 Km da Merzouga.

Deserto di Erg Chebbi

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso

Nel sud est del Marocco, nei pressi di Merzouga, si trova il minuscolo villaggio di Kamlia, per secoli abitato da una mescolanza di popoli berberi, arabi e sub sahariani, famoso appunto per i suoi abitanti provenienti dall'Africa nera e per la sua musica (Gnawa). Qui ogni anno si svolge un famoso festival di musica e danza durante la prima settimana di agosto. Dei suoi pochi abitanti (140) infatti la maggioranza sono Gnawa, indicando questo termine i discendenti degli schiavi condotti qui secoli fa dal Senegal, dal Sudan e dal Mali, che hanno portato con loro questo speciale tipo di musica, accompagnate da danze ipnotiche, le quali si dice possono portare al raggiungimento di stati di trance.

Danzatori nel villaggio di Kamlia 

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

Bambini a scuola nel villaggio di Kamlia

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

Particolare di un portone a Marrakech

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

La città fortificata, o Ksar, di Ait Benhaddou è uno dei 9 siti del Marocco che l'Unesco ha dichiarato patrimonio dell'umanità. Questa bellissima Ksar si trova lungo la strada del commercio che le carovane percorrevano attraverso il deserto del Sahara dal Sudan fino a Marrakeck. Caratteristici del Ksar sono le torri angolari ed i vicoli stretti che si arrampicano tra le abitazioni, le Kasbah di ricchi mercanti.

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL, 100 iso

Tra i vari suq quello di Rissani è sicuramente da non perdere, organizzato in settori (abbigliamento, oggettistica, spezie e bestiame). Si tiene tre volte a settimana, il martedì, il giovedì e la domenica e coinvolge turisti ed abitanti locali.

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

Contrattazioni presso il mercato di Rissani

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

La valle del Draa si trova nel Marocco meridionale, tra il Jebel Sarhro e le montagne dell'Atlante. Racchiude un paesaggio sorprendente e numerosi villaggi fortificati, i Ksour,  circondati da palmeti. Queste piccole città-stato si susseguono per oltre 200 km e sono racchiuse all'interno di possenti mura protettive che un tempo servivano a difendersi dai nomadi del deserto.  Le fortificazioni più famose della Valle del Draa, chiamata anche la valle dalle mille Kasbah, sono Amezrou, Tamnougalt, El Caid Ouslim.

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

Pastore berbero

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

Tra i vicoli di Ourzazate

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

 K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+CPL, 100 iso

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 100 iso