P a e s a g g i M o n t a n i

 

Portogallo (Algarve)

  

 


L’Algarve è sicuramente tra i luoghi più caratteristici e selvaggi a sud del Portogallo, a patto però che ci si concentri nelle località comprese tra Sagres a sud e Capo Sardao a nord, percorrendo in particolare il perimetro del “Parco Naturale do Sud Oeste Alentejano e da Costa Vicentina”. 

Il viaggio è iniziato da Lisbona, breve visita della città e poi autostrada A2 verso il sud del Paese. Dopo pochi chilometri, però, breve sosta ad Alcacer do Sal, un caratteristico paesino dell’entroterra portoghese dove ho potuto fotografare le  prime cicogne. Sono un po’ dappertutto: sui campanili, sui tetti delle case ed in perfetta armonia con gli abitanti, tanto che le persone del luogo hanno persino installato dei pali con in cima delle piattaforme per dar modo a questi uccelli di costruire i propri nidi.

Da Alcacer Do Sal in poi le cicogne sono state una costante del viaggio… addirittura, nella cittadina di Lagos, le ho incontrate  a spasso sui marciapiedi della città.

Straordinario! 

Cicogna a passeggio nella città di Lagos

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 800 iso, mano libera

Il percorso seguito nell’Algarve è stato caratterizzato da frequenti abbandoni delle strade principali per inoltrarsi nelle sterrate che conducono verso l’oceano. Non c’è infatti una strada costiera, per cui i luoghi più caratteristici della costa bisogna raggiungerli facendo un po’ di fuoristrada.


Arrifana Zambujeira do Mar

 


 

Ripresa la strada asfaltata, si prosegue verso Vila Do Bispo e quindi  Sagres; da lì pochi chilometri e si arriva a Cabo de Sao Vicente, una lingua di terra che si protende nell’oceano, punto di partenza per i navigatori portoghesi del passato. Il momento più bello per ammirare questo posto è la sera, ovviamente, quando la luce è calda ed il paesaggio assume davvero un aspetto da sogno. Il vento in questo punto è sempre molto teso e potente, per non rischiare di cadere giù dalla scogliera bisogna sdraiarsi a terra.

 Cabo de Sao Vicente

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+pola+ND4, 100 iso, mano libera

Il punto più a nord che ho raggiunto è stato Cabo Sardao con il suo faro e Zambujeira do Mar, splendido paesino arroccato su una scogliera a picco sul mare. 

Cabo Sardao

K20D, DA 50-200 f.4-5,6 ED-WR, 800 iso, mano libera

Ovviamente,  tutta la costa è un susseguirsi di falesie, spiagge e mare limpidissimo. I posti più interessanti sono quelli raggiungibili solo attraverso le stradine sterrate, ma ne vale la pena! Questa parte del Portogallo conserva ancora un certo fascino e per il momento non è sconvolta dal turismo di massa… niente lidi con file interminabili di ombrelloni, niente alberghi, poca antropizzazione. Diversi anche i percorsi di trekking che si snodano lungo la costa.

Praia Da Bordeira (Aljezur)

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+pola+ND4, 100 iso, mano libera 

Praia Da Bordeira (Aljezur)

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+pola+ND4, 100 iso, mano libera 

Zambujeira do Mar

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+pola+ND4, 100 iso, mano libera

Praia Da Bordeira (Aljezur)

K20D, DA 16-45 f.4 ED-AL+pola+ND4, 100 iso, mano libera